Concluso il PON sugli sprechi alimentari “UNITED FOR FOOD”


Cosa può nascere da un gruppo di 21 studenti a cui vengono svelate alcune realtà sullo spreco alimentare a livello mondiale?

In questi ultimi mesi grazie al progetto “United For Food”, alcuni studenti del Liceo Classico Linguistico “G.Leopardi”, hanno affrontato le problematiche riguardanti lo spreco alimentare e tutto ciò che esso comporta, attraversando vari settori, tra cui quello ambientale, scientifico e industriale. Il progetto si è focalizzato sul’agenda 2030, un programma d’azione per lo sviluppo sostenibile, firmato nel 2015 da 193 paesi membri dell’ONU.

E’ stata posta particolare attenzione su alcuni obiettivi da cui poi è stato sviluppato il progetto finale. Il progetto è stato presentato dal Prof. Peppoloni, con il quale sono stati approfonditi argomenti di biologia e chimica,  il tutto sotto la supervisione della Prof.sa Apolloni.

Al fine di rendere concreto il lavoro svolto in aula, gli alunni partecipanti si sono recati a Roma per visitare il quartier generale della FAO, l’organizzazione che si occupa di accrescere i livelli di nutrizione, aumentare la produttività agricola e migliorare le condizioni di vita, nei paesi in via di sviluppo.

“…Al termine di questa esperienza ci sentiamo molto più coscienti delle nostre azioni, oltre ad aver compreso l’importanza del cibo e quanto siamo privilegiati ad avere sempre il piatto pieno quando ci sediamo a tavola arrivando alla conclusione di voler fare qualcosa. Lo scopo del progetto è informare e permettere a noi giovani di oggi, di migliorare il nostro domani, anche perché come dice il fondatore dell’associazione Slow Food, Carlo Petrini: ”dobbiamo partire dal cibo come ricchezza, come scambio, come cultura. Solo proteggendo il nostro cibo possiamo pensare di salvaguardare le nostre risorse e il pianeta che ci ospita. La produzione, la distribuzione e il consumo di cibo ci coinvolge in maniera totale.”

di Lucia Alessandrini (4 G), Alessia Belfiore (4 H), Ludovica Beni (4 G), Matilde Del Medico (4 G), Gioia Longarini e Angelica Nicole Ricca (4 G)