CONCORSO “COMUNICA L’EUROPA CHE VORRESTI”: LE CLASSI VINCITRICI VOLANO A BRUXELLES


Il MIUR e il Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri hanno pubblicato per l’anno scolastico 2019/2020 il bando di concorso “Comunica l’Europa che vorresti”, rivolto a studentesse e studenti delle scuole secondarie di secondo grado di tutto il territorio nazionale.

Si tratta di un’iniziativa il cui scopo è stimolare i più giovani alla riflessione su un’idea condivisa di UE, per meglio agire a livello comunitario in ottica futura a partire dal presente.

Il concorso, infatti, prende spunto dall’intenzione della nuova Presidentessa della Commissione, Ursula von der Leyen, di organizzare nel 2020 una Conferenza sul futuro dell’Europa in cui abbia particolare spazio la voce di giovani. Prende inoltre spunto dalla nuova Agenda strategica 2019-2024, recentemente adottata dall’Unione Europea, che si concentrerà soprattutto sulle seguenti linee tematiche:

  • promozione di un green deal europeo;
  • economia per le persone;
  • Europa nell’era digitale;
  • protezione dello stile di vita europeo;
  • un’Europa più forte nel mondo;
  • nuovi slanci per la democrazia europea.

In ragione dei punti menzionati, il concorso richiede ai giovani partecipanti una riflessione da elaborare in forma video, della durata massima di 3 minuti, da girare con videocamera, smartphone o con il software di videoediting ritenuto maggiormente opportuno.

LEGGI ANCHE: “Urban Nature”, concorso ideato dal WWF per tutte le scuole. 6.000 euro di montepremi

Per l’elaborazione del video potranno essere utilizzati materiali specificatamente messi a disposizione dal Dipartimento delle Politiche Europee e dalla piattaforma digitale Europa=Noi (in proposito si veda il bando qui allegato a fondo pagina).

La partecipazione è aperta esclusivamente alle intere classi, e non a studenti singoli, entro il termine ultimo fissato al 30 marzo 2020.

Tutti i video prodotti potranno essere utilizzati e divulgati dal MIUR e dal Dipartimento per le Politiche Europee.

Un’apposita commissione giudicherà infine i video inviati, selezionando 3 classi vincitrici secondo i seguenti criteri:

  • coerenza con il tema del concorso;
  • efficacia del messaggio e suo grado di innovazione;
  • creatività.

Alle classi vincitrici sarà assegnato un premio in denaro (21.000 euro in totale) per coprire le spese di un viaggio a Bruxelles in cui visitare a cura dell’organizzazione le Istituzioni europee. Nel caso in cui le classi siano impossibilitate a viaggiare a Bruxelles, la stessa somma potrà essere utilizzata dagli Istituti di appartenenza per approfondire la conoscenza delle Istituzioni e delle politiche europee tramite l’acquisto di materiale didattico o la realizzazione di iniziative di formazione specifiche.

Per maggiori informazioni sul concorso, scarica qui il bando completo e la circolare del MIUR.