Limite di assenze per la validità dell’anno scolastico.


Come è noto l’articolo 14, comma 7, del Regolamento di coordinamento delle norme per la valutazione degli alunni di cui al DPR 22 giugno 2009, n. 122 prevede che “… ai fini della validità dell’anno scolastico, compreso quello relativo all’ultimo anno di corso, per procedere alla valutazione finale di ciascuno studente, è richiesta la frequenza di almeno tre quarti dell’orario annuale personalizzato”.

La finalità della norma è quella di incentivare gli studenti al massimo impegno di presenza a scuola, così da consentire agli insegnanti di disporre della maggior quantità possibile di elementi per la valutazione degli apprendimenti e del comportamento.

Sia l’art. 2, comma 10, che l’art. 14, comma 7, del D.P.R. 122/2009 prevedono esplicitamente, come base di riferimento per la determinazione del limite minimo di presenza, il monte ore annuale delle lezioni, che consiste nell’orario complessivo di tutte le discipline.

Nel computo delle assenze saranno considerate anche le entrate in ritardo e le uscite anticipate individuali, secondo le norme del regolamento d’Istituto.

Solo per casi eccezionali sono previste deroghe al suddetto limite. Tali deroghe sono previste solo per assenze documentate e continuative, a condizione, comunque, che tali assenze non pregiudichino, a giudizio del consiglio di classe, la possibilità di procedere alla valutazione degli alunni interessati”.

Come stabilito dal collegio docenti sono concesse deroghe per le assenze dovute a:

- Gravi motivi di salute documentati da enti/strutture sanitarie e/o certificato medico da presentare al rientro o dopo la diagnosi;

- Terapie e/o cure programmate e documentate;

- Motivi personali e/o di famiglia (provvedimenti dell’autorità giudiziaria, gravi patologie e lutti dei componenti del nucleo familiare, trasferimento famiglia o altre situazioni ritenute di particolare rilievo dal consiglio di classe);

- Partecipazione ad attività sportive, agonistiche organizzate da federazioni riconosciute dal C.O.N.I.;

- Assenze per motivi religiosi, legate all’appartenenza a confessioni che hanno sottoscritto appositi accordi con lo stato;

- Provenienza da altri paesi in corso d’anno o frequenza presso una scuola all’estero per un periodo scolastico documentato;

- Attivazione di istruzione domiciliare (D.Lgs. 297/94, art. 11, c.2) per un periodo scolastico documentato.

È compito del consiglio di classe verificare, nel rispetto dei criteri definiti dal Collegio dei Docenti e delle indicazioni normative, se il singolo allievo abbia superato il limite massimo consentito di assenze e se tali assenze, pur rientrando nelle deroghe previste dal collegio stesso, impediscano, comunque, di procedere alla fase valutativa, considerata la non sufficiente permanenza del rapporto educativo.

Si riporta la tabella con il limite massimo di assenze per ogni classe e per ogni indirizzo:

Classi

Ore settimanali

Monte ore annuale

N. minimo di ore di presenza (75% del totale)

N. massimo di ore di assenza

Primo e secondo anno

Liceo Linguistico e Liceo Scienze Umane

27

891

669

222

IVA, IVB, VA, VB

Liceo Classico

28

924

693

231

IVA (pot inglese),

IVB (pot inglese)

VC

Liceo Classico

29

957

718

239

IVC, VD

Liceo Classico

30

990

743

247

Terzo, quarto, quinto anno

Sede di Cingoli

30

990

743

247

3F, 3H, 4F, 5E, 5F

Sede di Macerata

30

990

743

247

3E, 3G, 4E, 4G, 5G

Sede di Macerata

32

1056

792

264

IA, IC, IIA, IIB, IIIB, IIIC

Liceo Classico

31

1023

768

255

IB, IIC, IIIA

Liceo Classico

32

1056

792

264

Al fine di incentivare gli studenti al massimo impegno di frequenza a scuola, si invitano i docenti ed i coordinatori di classe alla rilevazione e al controllo attento delle assenze e si invitano i genitori a consultare regolarmente le stesse attraverso il registro elettronico.

pdf_001Limite di assenze