LINGUISTICO LEOPARDI PARTNER DEL GEMELLAGGIO COL LICEO BELLEVUE DI LE MANS


Gemellaggio rinnovato e ravvivato fra Linguistico Leopardi e Lycée Bellevue di Le Mans. La lingua francese come scambio interculturale, come conoscenza e come strumento di lavoro in tutta Europa. In qualche modo, e per il terzo anno, i ragazzi maceratesi e quelli francesi si sono scambiati ospitalità. Ora sono i francesi, a Macerata e dintorni, a conoscere la nostra provincia, guidati dai prof Germano Pallini e Sophie Laigle. Il programma prevede una serie di viaggi all’interno della provincia, una serie di lezioni in classe insieme agli italiani ed il soggiorno nelle famiglie. Una settimana di tempo per scoprire affinità e per sperimentare la conoscenza delle lingue: entrambe le lingue, poiché si tratta di ragazzi che, come gli italiani, hanno un percorso di studio denominato Esabac: il loro diploma varrà sia in Italia che in Francia. Sylvie Bartoloni, Stéphanie Delaubert, Rita Morresi e Fabio Macedoni gli insegnanti che hanno collaborato per l’organizzazione di questo gemellaggio che sarà ricambiato, nella visita, nei primi giorni di maggio (2-9).

“Abbiamo un’attenzione molto alta per la realizzazione di queste esperienze – dichiara la dirigente Annamaria Marcantonelli – in quanto siamo certi che siano i mezzi più efficaci per far conoscere ai ragazzi la vera essenza della lingua e della cultura che studiano. Il contatto, la pratica, la condivisione sono fattori ineludibili nell’apprendimento delle lingue straniere”.

Questa mattina l’assessore ai lavori Pubblici Narciso Ricotta ha ricevuto, nella sala Castiglioni della Biblioteca Mozzi Borgetti, gli studenti interessati al gemellaggio dando il benvenuto a studenti e insegnanti e portando il saluto del sindaco Romano Carancini e dell’Amministrazione comunale: “Plaudiamo a questa iniziativa – ha detto – perché abbiamo bisogno  di crescere cittadini migliori, che facciano un percorso di coscienza sull’importanza di essere cittadini europei, anzi globali attraverso contaminazioni positive e questa esperienza che state vivendo senz’altro lo è”.

Al termine dell’incontro l’assessore Ricotta ha consegnato ai ragazzi una penna touch e un segnalibro con l’immagine dell’orologio planetario.