Norme di comportamento e Valutazione della didattica a distanza


Nonostante tutti gli sforzi profusi per garantire la frequenza scolastica in presenza, la necessità di contenere il contagio da Covid-19 ci richiede, come previsto dal DPCM del 3 novembre, di attivare la didattica a distanza al cento per cento. In questo momento di emergenza essa è l’unica modalità possibile per esercitare il diritto allo studio. Si ritiene, quindi, opportuno fornire alcune indicazioni sulle norme di comportamento da tenere e sulla valutazione degli apprendimenti, al fine di rendere tale modalità di lavoro il più efficace e funzionale possibile.

Tutte le classi frequenteranno in modalità a distanza secondo l’orario previsto e inizieranno le attività alle ore 08:10; ogni lezione avrà la durata di 45 minuti, al termine dei quali sono previsti 15 minuti di pausa. Andrà dunque rispettata la seguente scansione oraria:

I ora

08:10 – 08:55

II ora

09:10 – 09:55

III ora

10:10 – 10:55

IV ora

11:10 – 11:55

V ora

12:10 – 12:55

VI ora

13:10 – 13:55

Gli studenti sono tenuti a collegarsi 5 minuti prima dell’inizio delle lezioni, garantendo la massima puntualità.

È obbligatoria la frequenza di tutte le lezioni.

Eventuali assenze, entrate posticipate e uscite anticipate andranno giustificate attraverso il Registro elettronico ClasseViva. Si ricorda che il numero delle assenze concorre al voto di comportamento.

Le famiglie hanno il dovere di vigilare affinché i figli frequentino con regolarità e senza interrompere il percorso di istruzione obbligatoria (se minori di 16 anni) o il percorso formativo (se maggiori di 16 anni). La mancata frequenza comporterà per i minori di 16 anni, in assenza di idonea giustificazione, la segnalazione alle autorità competenti.

Coerentemente con quanto suggerito dal MI, l’Istituto ha deliberato di utilizzare per la Didattica a distanza G Suite for Education con licenza Entreprise, sfruttando tutte le applicazioni presenti nella piattaforma (Classroom, Meet, Drive, etc.) per condividere materiali, realizzare le video lezioni in modalità sincrona e asincrona, contattare gli studenti.

Resta tuttavia obbligatorio l’utilizzo del Registro elettronico ClasseViva, all’interno del quale i docenti continueranno ad inserire i compiti assegnati, programmare le verifiche e annotare la frequenza degli studenti; si invitano perciò gli insegnanti alla corretta compilazione del registro, le famiglie e gli studenti alla sua frequente consultazione.

Come indicato nel Regolamento per la Didattica Digitale Integrata, pubblicato nel sito Internet dell’Istituto e al quale si rimanda in vista della sua corretta applicazione, si ricorda il rispetto delle seguenti regole di comportamento:

  1.   Partecipare alle videolezioni con le credenziali e il proprio nome e cognome.
  2.  Entrare nell’aula virtuale provvisti del materiale necessario per lo svolgimento dell’attività.
  3.  Accedere con microfono disattivato ed accenderlo su richiesta dall’insegnante.
  4.  Partecipare ordinatamente chiedendo la parola sulla chat o utilizzando gli strumenti di prenotazione disponibili sulla piattaforma (alzata di mano, emoticon, etc.);
  5.  Partecipare con la videocamera attivata che inquadra la studentessa o lo studente stesso in primo piano, in un ambiente adatto all’apprendimento e possibilmente privo di rumori di fondo, con un abbigliamento adeguato.
  6. Svolgere i compiti assegnati con attenzione, cura e puntualità nei tempi di consegna.
  7. Non fare foto o filmati nelle Aule Virtuali, non divulgare foto, filmati, registrazioni o materiali condivisi nelle aule virtuali.
  8. Svolgere le verifiche con lealtà senza copiare da altre fonti e/o utilizzare aiuti da parte dei compagni o di persone estranee al gruppo classe.
  9. Avvertire il docente della materia qualora si sia impossibilitati a frequentare una o più lezioni sincrone (sia per motivi tecnici, che per altri motivi).
  10. Partecipare al meeting con la videocamera attiva. In caso di mancata attivazione, l’insegnante, dopo un primo richiamo, può attribuire una nota disciplinare ed escludere lo studente dalla videolezione.

In merito al processo di verifica e valutazione degli apprendimenti, varranno le medesime regole e gli stessi criteri di valutazione previsti per la frequenza scolastica in presenza; la valutazione dello studente nel corrente anno scolastico terrà dunque conto delle prove di verifica effettuate nel periodo di attività in presenza nonché delle valutazioni riferibili alle prove svolte nel periodo di didattica a distanza, valutando, oltre agli apprendimenti disciplinari, anche la partecipazione attiva, la puntualità e la regolarità nelle consegne, la correttezza e la completezza dei contenuti mostrati nei colloqui e negli elaborati. Le griglie di valutazione degli apprendimenti e del comportamento sono reperibili all’interno del PTOF presente sul sito internet dell’Istituto e su Scuola in Chiaro (https://cercalatuascuola.istruzione.it/cercalatuascuola/).

Come anticipato nelle precedenti comunicazioni, si prega di segnalare tempestivamente alla Presidenza eventuali difficoltà tecniche o di connessione Internet, così da concordare opportune soluzioni.

Si ricorda inoltre che la Scuola mette a disposizione in comodato d’uso gratuito tablet o notebook alle famiglie che, in caso di necessità, ne facessero richiesta alla Segreteria (mcpc04000q@istruzione.it).

È in ogni caso garantita la frequenza in presenza per gli alunni disabili e con bisogni educativi speciali in base a quanto già concordato con le famiglie.

Auspicando la massima serietà nel rispetto delle regole e il controllo assiduo del sito internet dell’Istituto per eventuali ulteriori comunicazioni, si porgono distinti saluti.

pdfCircolare DAD