Scrutini, ripresa delle attività didattiche a settembre e attuazione delle misure per l’Integrazione degli Apprendimenti e per il supporto agli studenti per i quali, in sede di scrutinio, il Consiglio di Classe abbia formulato il Piano di apprendimento individualizzato a seguito di insufficienze in una o più discipline di studio.


Gentili studenti, gentili genitori,

l’Ordinanza Ministeriale n. 11 del 16 maggio 2020 ha definito le procedure che regolano la valutazione finale degli alunni.

Gli scrutini si svolgeranno in modalità telematica, come previsto dalle disposizioni vigenti, e le modalità  di notifica alle famiglie sono rese congruenti.

La scheda di valutazione sarà visibile da ciascun genitore tramite registro elettronico, con la consueta procedura. Per le classi quinte la pubblicazione sarà effettuata martedì 09 giugno 2020, mentre per le classi prime, seconde, terze e quarte sarà effettuata sabato 13 giugno 2020.

Nel caso in cui lo studente sia stato ammesso alla classe successiva senza alcuna insufficienza, non è necessario alcun altro adempimento.

E’ tuttavia possibile che il Consiglio di Classe decida la non ammissione in casi ben specifici e definiti  con chiarezza dall’Ordinanza (ritiro prima del 15 marzo, assenza di elementi valutativi a causa di mancata o sporadica frequenza già nel corso del primo quadrimestre e che è proseguita con il mancato collegamento alle lezioni a distanza; attribuzione del voto di comportamento inferiore a sei, sanzioni disciplinari tali da attribuire un voto insufficiente di comportamento).

In tutti gli altri casi, e cioè quando lo studente palesa un rendimento insufficiente in una o più discipline,  la scheda di valutazione conserverà quella/e insufficienza/e che, come tali, saranno trascritte  sulla scheda di valutazione; lo studente sarà ammesso alla classe successiva ma riceverà, oltre alla scheda  di valutazione, il Piano di apprendimento individualizzato, che costituisce per lo studente un obbligo di recupero delle conoscenze e delle competenze non ancora sviluppate e che comprende anche indicazioni e consigli per conseguire un significativo progresso in quella materia scolastica.

Il suddetto documento sarà visibile dallo studente e dal genitore tramite il registro elettronico accedendo con le proprie credenziali.

Pertanto, la pubblicazione da parte del Liceo vale come notifica verso gli studenti e verso i genitori.

Circa l’inizio delle attività nel prossimo anno scolastico, gli studenti che sono stati destinatari di un Piano di apprendimento individualizzato devono considerarsi impegnati in attività didattiche sin dai primi giorni di settembre: sul sito del Liceo sarà pubblicato l’orario e il calendario di tali attività didattiche, che saranno svolte, compatibilmente con i protocolli di sicurezza anti-contagio Covid-19, in presenza, raggruppando a piccoli gruppi gli studenti che condividono un’insufficienza nella medesima disciplina. La partecipazione alle attività dedicate a questo recupero costituisce un obbligo per lo studente, ma non lo solleva dall’impegno a iniziare a compensare le difficoltà con un accurato studio estivo.

Per quanto riguarda l’assegnazione del credito scolastico, per gli studenti del triennio, nel caso di media inferiore a sei decimi per il terzo o il quarto anno, è attribuito un credito pari a 6, fatta salva la possibilità di integrarlo, fino al massimo di un punto, nello scrutinio finale relativo all’anno scolastico 2020/21, con riguardo al piano di apprendimento individualizzato attivato per lo studente. La medesima possibilità di integrazione dei crediti è comunque consentita, con le tempistiche e le modalità già descritte, per tutti gli studenti, anche se ammessi con media non inferiore a sei decimi, in caso di esito particolarmente positivo nelle prove di recupero degli apprendimenti.

Nei primi giorni di settembre potrebbero essere eventualmente organizzate anche attività didattiche che coinvolgono – nel rispetto delle misure di sicurezza e di prevenzione del contagio – anche alunni che  non hanno insufficienze. Tale evenienza sarà ponderata in ragione dei presupposti che potrebbero renderla eventualmente necessaria.

Nessuno sa ancora quando inizieranno le attività didattiche ordinarie, perché, alla luce di queste norme   e di altri aspetti che rendono complessa la situazione, non è ancora stato emanato né il calendario nazionale né quello regionale; si reputa probabile che il precedente calendario regionale possa subire adattamenti alla luce della necessità di assicurare lo svolgimento delle attività sopra indicate.

Gli studenti e i genitori sono pregati di consultare perciò frequentemente il sito del Liceo e di prendere visione delle circolari pubblicate, per poter disporre di tutte le informazioni rispetto al futuro svolgersi  delle attività didattiche.

Cordiali saluti

Documento informatico firmato digitalmente da ANNAMARIA MARCANTONELLI ai sensi del D.Lgs 82/2005 s.m.i. e norme collegate

pdfA_F1_MCLG0001_169822921