Criteri per scrutini finali


Ogni anno il Collegio dei Docenti delibera i criteri in base ai quali si determina la promozione, la sospensione del giudizio o la non promozione in merito alla valutazione finale degli studenti: sulla base del DPR 122/2009 e dell’OM 92/2007:

- la PROMOZIONE sarà conseguita quando siano state raggiunte conoscenze e competenze sufficienti relative agli argomenti minimi stabiliti (tutte sufficienze o poche lievi carenze)

In caso di promozione con voto di Consiglio (insufficienza non grave) alle famiglie verranno segnalate le materie nelle quali siano state evidenziate lievi carenze che potranno essere colmate autonomamente dall’alunno con segnalazione delle parti da rivedere o approfondire;

- la SOSPENSIONE DEL GIUDIZIO si avrà quando, pur in presenza di una o più discipline con valutazione insufficiente, il Consiglio ritenga possibile il raggiungimento di un livello minimo di conoscenze e competenze nelle stesse discipline, utile al proficuo inserimento nella classe successiva; in tale caso il consiglio di classe rinvia la formulazione del giudizio finale e provvede, sulla base degli specifici bisogni formativi, a predisporre le attività di recupero;

- la NON PROMOZIONE si avrà quando non si verificano le due situazioni precedenti, ovvero quando si ritiene che l’alunno non possa raggiungere entro l’a.s. gli obiettivi minimi nelle discipline neanche con interventi di recupero e si ravvisa quindi l’impossibilità per l’alunno di frequentare con profitto la classe successiva sulla base di parametri di valutazione stabiliti dal consiglio di classe.