TERMINA L’ANNO SCOLASTICO AL LICEO LEOPARDI: TANTI MOTIVI PER SORRIDERE.


Sabato 16 giugno ha avuto termine l’anno scolastico del liceo classico e linguistico Leopardi: come consuetudine, ormai, è stato il collegio docenti l’atto finale dell’attività ordinaria; poi da mercoledì, gli esami che sanciranno, per gli studenti del quinto, la fine effettiva del corso di studi.

Prima del collegio c’è stata la relazione finale delle docenti che sono entrate definitivamente in ruolo, Sara Anconetani e Patrizia Memè; subito dopo il commiato, per raggiunti limiti di età, in un clima affettuoso e commosso della dirigente Annamaria Marcantonelli e di tutti i docenti alla professoressa Maria Antonietta Francioni, del liceo di Cingoli.

Il collegio docenti ha fatto registrare un’annata positiva, sia per le attività svolte (tantissime) che per i risultati finali.

Aumenti di iscrizioni, per il prossimo anno, si sono avuti sia nel classico che nel linguistico con dati molto confortanti, sia a Macerata che a Cingoli.

“Il dato che però ci rende più soddisfatti, fra i moltissimi conseguiti, – ha commentato alla fine la dirigente Marcantonelli – è stato l’esito del questionario sottoposto alle famiglie circa la domanda se avessero ancora iscritto di nuovo i figli al nostro liceo: quasi al 95% hanno risposto di sì. Credo che questo aspetto si commenti da solo”.

E al dato più confortante si sono aggiunte tutte le relazioni delle varie figure obiettivo e l’analisi di tutti i progetti previsti e puntualmente realizzati.

“Questo risultato, di cui sono fiera – ha concluso la dirigente Marcantonelli – non sarebbe mai stato raggiunto senza il contributo appassionato, competente e costante di tutte le componenti, dai docenti alle figure amministrative che lavorano con zelo e alacrità”.

Non sono mancati gli apprezzamenti unanimi e sinceri per i collaboratori della preside, i professori Adriano Menchi e Lorenzo Raffo.

“Ora siamo molto concentrati sul progetto di Piano Nazionale Scuola Digitale che, negli ultimi giorni di settembre, vedrà di scena a Macerata una moltitudine di insegnanti e studenti per una tre giorni di aggiornamento e dibattiti, provenienti dalla nostra provincia, quella di Fermo e di Ascoli. Tutto il centro storico di Macerata sarà allertato, con tante collaborazioni attive con istituti scolastici, Università ed istituzioni.  Per noi – ha concluso la dirigente Marcantonelli – è un impegno gravoso, ma lo stiamo facendo con tanta dedizione perché pensiamo che sia importante per tutta la nostra provincia”.

La mattinata si è conclusa col pranzo di fine anno, stavolta al ristorante Villa Quiete di Montecassiano.

 Macerata, lì 17 giugno 2018                                                                                                                                Ufficio Stampa

cof cof gruppo villa quiete cof cof cof cof cof cof cof cof cof oznor cof oznor cof cof cof cof cof oznor oznor cof cof oznor oznor oznor