VADEMECUM DIDATTICA A DISTANZA


Le seguenti indicazioni operative sono rivolte a docenti, studenti e famiglie nella consapevolezza che in questo momento di emergenza il patto educativo di corresponsabilità scuola-famiglia stipulato al momento dell’iscrizione deve diventare ancora più saldo, nel bene esclusivo dei nostri ragazzi/e. È solo attraverso l’unione e la collaborazione tra le componenti che riusciremo a garantire,per quanto possibile, la continuità del processo educativo e di apprendimento, mantenendo viva la comunità di classe.

Le suddette disposizioni derivano dalla normativa ministeriale e sono il frutto di un lavoro condiviso con tutte le componenti scolastiche, attraverso la convocazione degli organi collegiali: collegio docenti articolato per dipartimenti e consigli di classe con la partecipazione di studenti e genitori, che si ringrazia per la fattiva collaborazione.

VADEMECUM

Si invitano i docenti a pianificare le attività secondo il proprio orario di lezione, prevedendo sia attività in modalità sincrona, con interventi di durata non superiore ai 45 minuti, intervallati da pause di 15 minuti, in modo da evitare tempi eccessivi davanti al monitor, sia in modalità asincrona.

Si esortano inoltre a programmare settimanalmente le video conferenze dando indicazione agli alunni degli orari sul registro elettronico con almeno un giorno di anticipo. Nel caso in cui non fosse prevista per una data materia una video conferenza, i docenti utilizzeranno altre modalità asincrone di didattica a distanza, come ad esempio: consegna sulla piattaforma di compiti/lavori/schede; visone di materiali video; ascolto di fileaudio…

Occorre evitare sovrapposizioni e curare che il numero dei compiti assegnati sia concordato tra gli insegnanti, in modo da scongiurare un eccessivo carico cognitivo. A tale scopo si raccomanda l’aggiornamento dell’agenda del registro elettronico e si sottolinea il ruolo fondamentale del docente coordinatore di classe.

Si ricorda agli alunni che durante le lezioni in aula virtuale si devono rispettare le regole di comportamento che normalmente è necessario applicare in classe:

1. Entrare con puntualità nell’aula virtuale e provvisti del materiale necessario per lo svolgimento dell’attività

2. Presentarsi ed esprimersi in maniera consona e adeguata all’ambiente di apprendimento

3. Partecipare attivamente alla lezione rispettando il turno di parola concesso dal docente

4. Tenere disabilitato il proprio microfono se non si deve parlare (attivandolo solo all’occorrenza)

5. Tenere accesa la videocamera rendendosi visibile al docente

6. Svolgere i compiti assegnati con attenzione, cura e puntualità nei tempi di consegna.

8. Non comunicare ad altri le proprie credenziali

9. Utilizzare i servizi offerti ad uso esclusivo delle attività didattiche della Scuola

10. Non fare foto o filmati nelle aule virtuali

11. Non divulgare foto, filmati, registrazioni o materiali condivisi nelle aule virtuali

12. Svolgere le verifiche con lealtà senza copiare da altre fonti e/o utilizzare aiuti da parte dei compagni o di persone estranee al gruppo classe

12. Avvertire il docente della materia qualora si sia impossibilitati a frequentare una o più lezioni sincrone (sia per motivi tecnici, che per altri motivi).

Il docente, una volta terminata la videoconferenza, verificherà che tutti gli studenti si siano disconnessi e solo successivamente abbandonerà la sessione.

Ogni violazione del regolamento sarà imputata all’utente corrispondente all’account, identificato come trasgressore delle regole, che ne risponderà personalmente. I docenti annoteranno eventuali comportamenti scorretti sul registro elettronico in “note e provvedimenti disciplinari” rendendole visibili ai genitori e comunicandole al dirigente scolastico: le note disciplinari saranno valutate negativamente nell’assegnazione del voto di comportamento.

Si raccomanda ai genitori la massima vigilanza durante le lezioni in modalità sincrone, affinché gli studenti rispettino le regole connesse ad un utilizzo corretto dei dispositivi e della normativa sulla privacy. La violazione delle norme sulla privacy, comportamenti lesivi della dignità e dell’immagine di altre persone e atti individuabili come cyber bullismo comportano responsabilità civile e penale in capo ai trasgressori e a coloro che ne hanno la responsabilità genitoriale.

Si invitano altresì i genitori a sostenere i ragazzi/e nel loro percorso scolastico, sollecitando la loro partecipazione costante, attiva e responsabile alle lezioni, l’esecuzione regolare delle consegne e un costante impegno nelle attività di studio.

I docenti annoteranno le videolezioni nel registro elettronico, rilevando i nominativi degli alunni che partecipano alle attività, allo scopo di monitorare e vigilare sul percorso formativo di tutti gli studenti. Al di là di quelle che potranno essere le decisioni finali sulla conclusione dell’anno scolastico, vi è la necessità di dare valore al lavoro degli studenti, ai loro progressi ma nello stesso tempo alle loro mancanze, nei limiti dell’emergenza nella quale si sta lavorando.

La valutazione assume valore formativo, di valorizzazione, di indicazione di procedere con approfondimenti,recuperi, consolidamenti, ricerche, in una ottica di personalizzazione che responsabilizza gli allievi.

Le verifiche effettuate e le conseguenti valutazioni verranno inserite sul registro elettronico alla data nella quale sono state svolte o consegnate.

I docenti utilizzeranno le modalità di verifica che riterranno opportune, in base alle caratteristiche della disciplina e della classe. Si citano ad esempio colloqui e verifiche orali in video-collegamento in presenza di altri studenti;verifiche e prove scritte, comprese simulazioni di prove d’esame, assegnate agli studenti per il tramite delle piattaforme virtuali, di mail o di altro supporto digitale appositamente scelto;utilizzo di test che privilegeranno quesiti di comprensione, collegamento, riflessione ed argomentazione.

Nel processo di valutazione si potrà tener conto dei seguenti criteri:

 partecipazione e interazione nelle attività di videolezione

 puntualità e regolarità nel rispetto delle consegne

 completezza e approfondimento dei lavori svolti (ricchezza dei contenuti, rielaborazione personale, riflessione critica e argomentazione)

Nel raccomandare a tutte le componenti la massima attenzione al contenuto della presente comunicazione, colgo l’occasione per esprimere pubblicamente la mia gratitudine verso il personale docente,per la dedizione, l’impegno e il rinnovato senso di comunità che sta dimostrando in questa difficile contingenza.

Ringrazio altresì le famiglie per la loro consueta collaborazione costruttiva e responsabile oltre che per i messaggi di stima e incoraggiamento che ogni giorno riceviamo e costituiscono per noi un ulteriore stimolo a fare e a fare sempre meglio.

Ma soprattutto desidero salutare gli studenti, esortandoli a trovare in loro le ragioni della speranza, a stringersi attorno agli affetti familiari e a sfruttare al meglio questo tempo, trasformando l’emergenza in una opportunità di crescita e di responsabilizzazione.

La lotta contro questo nemico insidioso e invisibile è una lezione di civiltà, di cittadinanza, di impegno sociale senza precedenti, che chiama ognuno di noi a dare il meglio.

Per questo motivo vi raccomando di partecipare in modo attivo alle videolezioni, di impegnarvi nello studio, di essere sempre leali e responsabili nello svolgimento del vostro lavoro, confermando ancora una volta la stima e il rispetto che tutti noi abbiamo nei vostri confronti.

I vostri docenti sono encomiabili per l’impegno, la passione e l’entusiasmo che stanno mettendo in campo nell’approcciarsi alle nuove modalità didattiche. Hanno a cuore il vostro apprendimento e il vostro futuro. Ascoltateli, seguiteli e state in contatto con loro.

Le attività di didattica a distanza non possono certamente sostituire quelle che si svolgono nel vivo delle nostre aule, ma rappresentano in questo momento l’unica possibilità che abbiamo per consentire la prosecuzione del vostro percorso formativo e per accorciare le distanze (sia pur virtualmente), mantenendo vivo il senso di appartenenza alla comunità scolastica e facendoci sentire tutti meno soli e meno fragili.

Voi avete un diritto costituzionalmente garantito alla continuità del sapere, quel sapere che oggi permette a tanti medici, ricercatori,infermieri di essere in prima linea nella battaglia per sconfiggere “l’invisibile”.

Nella consapevolezza che la vostra competenza digitale in questo momento costituisce l’arma vincente per abbattere le barriere innalzate dal Coronavirus, vi chiedo un ultimo sforzo, aiutate e sostenete quelli tra di voi che hanno maggiori difficoltà, in modo che tutti, nessuno escluso, possano continuare a partecipare alla vita scolastica.

In attesa di poter ritornare il prima possibile alla “normalità”, quando anche azioni semplici come arrivare a scuola passeggiando e ridendo con i vostri compagni, vi sembreranno meravigliose, vi abbraccio tutti con affetto.

LA DIRIGENTE SCOLASTICA

Prof.ssa Annamaria Marcantonelli

pdf_001Vademecum Didattica a distanza